Uno tra i primi tre parchi nazionali più visitati negli Stati Uniti, è il White Mountain National Forest, situato in New Hampshire, in California, tra gli Stati della Sierra Nevada e Nevada. Si estende per quasi cento km e in alcuni tratti raggiunge un’ampiezza di più di un chilometro e mezzo di larghezza. La denominazione di montagne bianche deriva dal fatto che le nevicate invernali ricoprono le montagne di un soffice e suggestivo manto bianco. Alcuni picchi di montagne raggiungono, infatti, oltre i quattromila metri di altezza.

Dal paesaggio naturalistico mozzafiato, questo parco è molto apprezzato dagli statunitensi quanto poco dagli italiani, forse perché molto simile ai paesaggi nostrani oppure perché se il turista italiano si sposta così lontano, lo fa per essere strabiliato da paesaggi molto più estremi e immensi, tipici dell’America.

Resta il fatto che questo grandioso parco naturale riserva scenari unici e non ripetibili altrove nel mondo.

Attrazioni delle White Mountains

Cosa vedere in un parco naturale? Si fa presto a rispondere citando la natura. Qui la natura si manifesta mostrando meraviglie uniche, originali e spesso inimmaginabili. L’origine glaciale ha modellato queste montagne, le ha scolpite in milioni di anni.

Il passaggio delle copiose correnti d’acqua, oggi ridotte, in alcuni punti ha spaccato la roccia granitica, formando per il Fiume Gorge due pareti mastodontiche, fino a raggiungere le Avalanche Falls, delle cascate di oltre 13 metri di altezza. Dalla cima è possibile osservarle da molto vicino, godendo del paesaggio anche dal Sentinel Pine Bridge.

Sempre sulla scia dei risultati dell’erosione dell’azione delle acque glaciali, non si può non andare a visitare The Basin, una conca naturale di sei metri di diametro, riempitasi di acqua, scavata nel granito. Inoltre, si possono visitare le grotte dentro le quali si insidiano gole, fiumi sotterranei e caverne. Questi percorsi avventurosi sono quelli di Lost River Gorge e Boulder Caves.

Per visitare tutte queste meraviglie il territorio è provvisto di piccoli treni panoramici, a un vagone. La ferrovia è nota anche per essere la seconda più ripida al mondo, con una pendenza di 37% quando raggiunge il Monte Washington, lasciando tutti i passeggeri senza fiato, sia per l’emozione dei paesaggi che della ripidità.

La loro storia

All’interno del parco ci si immerge non solo in una natura davvero incontaminata, ma anche in luoghi dove l’uomo ha creato un po’ di storia americana, scegliendo questi scenari come cornice di alcuni eventi.

Nel 1944 si tenne la conferenza di Bretton Woods, famosa per aver raggruppato tutti i principali Paesi industrializzati del mondo occidentale per definire un nuovo sistema di regole riguardanti le relazioni commerciali e finanziarie internazionali. L’albergo scelto, sede di questa conferenza, fu proprio all’interno del parco delle White Mountains, l’Omni Mount Washington Resort. Qui viene offerta, tra i tanti servizi della struttura, anche una visita guidata corredata dei dettagli della conferenza.

Su Cannon Mountain, se visto dal lato nord, si poteva vedere quello che era stato denominato The Old Man of the Mountain, il simbolo del New Hampshire. Era una serie di sporgenze di granito della montagna, da cui si intravedeva un profilo umano. Purtroppo, le rocce sono cadute e non è più visibile, ma ci sono foto che ne riportano il profilo originario, davvero particolare.

Come arrivare ai Parchi Nazionali delle White Mountains

Il riferimento per tutti, per chiunque volesse arrivare alle White Mountains, è New York. Da lì ci sono diverse soluzioni per muoversi, sia con l’auto che con aerei, treni o autobus. Va considerata, innanzitutto, la distanza tra New York e White Mountain National Forest, che in linea d’aria è di 431 km, mentre la distanza da percorrere in auto è di 593 km. In auto, per percorrerla, ci si impiega circa 7 ore, ed ha un costo al di sotto dei 50 Euro per il carburante.

Se si vuole optare per una soluzione più veloce bisogna puntare su un volo aereo, con la American Airlines o la Delta. Queste compagnie effettuano voli dall’aeroporto di New York La Guardia, fino all’aeroporto di Portland, che abbinato all’auto, dura 5 ore circa, spendendo dai 60 ai 270 Euro.

La soluzione più lunga, invece, prevede l’opzione treno e autobus, per 9 ore di viaggio e una spesa dai 130 ai 240 Euro. Quest’ultimo è il più lungo, ma di sicuro permette di godere del paesaggio davvero suggestivo.