Philadelphia è sicuramente la città americana che, dopo New York, rievoca in molti immagini di film famosi, come per esempio la saga di Rocky, oppure canzoni famose come ‘Streets of Philadelphia’, brano scritto da Bruce Springsteen per la colonna sonora del film con Tom Hanks che prende il nome della città: ‘Philadelphia’ per l’appunto.

Città della Pennsylvania, raggiungibile da New York in un paio d’ore, Philadelphia è una delle città più antiche d’America (Fondata nel 1682 da William Pen), ricca di storia e cultura, icona della Rivoluzione Americana. Se state pensando ad un viaggio negli Stati Uniti d’America, Philadelphia sicuramente è una città da inserire nel proprio itinerario.

Perché visitare Philadelphia

Se vi trovate a New York potete raggiungere Philadelphia con il bus o con il treno. Il suo centro è racchiuso tra due fiumi, lo Schuyilkill e il Delaware, e la sua dislocazione si sviluppa a forma di griglia. La zona storica di Old Town, si estende sulla riva del fiume Delaware mentre la zona moderna di University City, è attraversata dal fiume Schuylkill. Vediamo ora quali sono i posti che bisogna assolutamente visitare!

Independence National Historical Park

L’Independence National Historical Park è un parco storico facente parte della zona vecchia di Philadelphia e custode di luoghi ed edifici simbolo della Rivoluzione Americana; la sua estensione è di 18 ettari, e viene definito come ‘il miglio quadrato più storico d’America’ Prima di iniziare la visita passate per il Visitor Center, dove troverete tutte le informazioni utili e le guide per visitare sia il parco che l’intera città.

Passeggiando nel parco troverete l’Independence Hall, patrimonio mondiale dell’UNESCO; proprio qui, nel lontano 18° secolo, fu discussa e approvata la Dichiarazione di Indipendenza e la Costituzione degli Stati Uniti d’America. All’interno del parco troverete anche la Liberty Bell Center, la campana di bronzo simbolo della Libertà del popolo americano, che fece da sfondo con i suoi rintocchi alla prima lettura della Dichiarazione d’Indipendenza.

Passeggiando fate un salto al Franklin Court, il museo dedicato a Benjamin Franklin, uomo politico, nonché scienziato, filosofo e inventore: uomo-simbolo della città di Philadelphia.

Old City

La Old City è geograficamente adiacente all’Independence National Historical Park. Sorge dove, negli anni ’50/’60, si sviluppò la primissima Philadelphia, per poi diventare una zona degradata fino agli inizi dei ’70, quando fu iniziato un importante progetto di trasformazione urbana, che prevedeva una riqualificazione dei vecchi magazzini in gallerie d’arte, caffè e ristoranti.

Passeggiando tra le sue vie, non potrete non notare la facciata in vetro del National Museum of American Jewish History, museo che racchiude le esposizioni relative alla storia della comunità ebraica in America. Volendo fare un tuffo nella Philadelphia dell’800, vi consigliamo una visita alla strada di Elfreth’s Alley con le sue case di mattoncini rossi.

Museum District

Il Philadelphia Museum of Art rappresenta il museo d’arte simbolo della città, conosciuto da tutti grazie ai film di Rocky; tanto famoso che proprio all’inizio della scalinata, Silvester Stallone, durante le riprese del film Rocky III, fece costruire una statua.

Ma al di là della sua popolarità cinematografica il museo merita una visita. Al suo interno, infatti, troverete opere di vari periodi storici provenienti da ogni continente.

Se siete degli appassionati di scienze, allora è d’obbligo fare tappa sia al Franklin Institute Science Museum, che propone esposizioni interattive a carattere scientifico, e sia all’Academy of Natural Sciences Museum, il museo di storia naturale.

Per gli appassionati di arte si consiglia, invece, una visita al Pennsylvania Academy of the Fine Arts, museo in cui potrete ammirare i dipinti di importanti artisti americani.

Society Hill

Society Hill è la zona residenziale di Philadelphia, piena di palazzi antichi tra i cui si incastrano costruzioni moderne, come la Society Hill Tower.

Invece, il Washington Square è un parco urbano abbastanza esteso dove potrete visitare la Tomba del Milite Ignoto, il Moon Tree – sorto grazie ai semi riportati dalla luna dopo la missione dell’Apollo 14 – e il Washington Grays Monument.

City Center

Infine, concedetevi una passeggiata nel centro commerciale e finanziario di Philadelphia, il City Center. Con i suoi alti grattacieli, rappresenta il quartiere finanziario che ha trasformato questa città nella più importante, a livello economico, della East Coast.

Attraversando questa zona noterete il City Hall, palazzo che ospita il municipio, degno di attenzione per l’architettura e la splendida facciata marmorea: alto 167 metri è considerato l’edificio marmoreo più alto del mondo. Da qui potete ammirare una favolosa vista della città, accedendo alla piattaforma situata sotto la statua di William Penn.

Trovandovi in zona fate una passeggiata nella famosa piazza di Rittenhouse Square e visitate il Rosenbach Museum & Library, dove sono raccolte opere letterarie molto importanti: qui troverete, infatti, la copia originale dell’Ulysses di Joyce; magari fate anche una capatina al Mutter Museum, dove si trovano testimonianze della storia della medicina americana.

Che dire, una città davvero considerevole. Ultimo consiglio, considerando la molteplicità di cose da vedere che la città offre, è consigliabile prevedere un soggiorno almeno di due, tre giorni.

Cristian Mastrolonardo
Anima da viaggiatore, Cristian, Italo-Americano, ama esplorare posti nuovi costruendo itinerari interessanti. Questo gli permette di raggiungere luoghi a volte meno noti, ma degni di essere visitati e raccontati. L'inseparabile oggetto di viaggio? La Go Pro.