Negli ultimi anni Bratislava si è imposta come una delle mete turistiche più apprezzate dai viaggiatori di tutta Europa, che vi ritrovano lo stesso fascino di Praga, capitale della vicina Repubblica Ceca o dell’altrettanto vicina Budapest, capitale a sua volta dell’Ungheria.

Ma quali sono i luoghi imperdibili in un viaggio per scoprire Bratislava, capitale della Slovacchia?

Cosa vedere a Bratislava

Se l’idea è quella di iniziare la scoperta di Bratislava dal suo simbolo più importante, allora bisognerà recarsi subito al Castello di Bratislava, che si trova in una posizione davvero affascinante, ovvero in un punto da cui si ha modo di vedere la città quasi a 360 gradi. Ma non è solo la sua posizione a renderlo capace di conquistare qualsiasi viaggiatore, ma anche il suo imponente stile architettonico. Inoltre al suo interno si trova il Museo Nazionale Slovacco, attraverso cui è possibile scoprire molto della storia di questo giovane paese, nato sul finire degli anni ’90 del secolo scorso.

La seconda tappa di un viaggio a Bratislava potrebbe essere la Cattedrale di San Martino: si tratta senza dubbio della chiesa più importante non soltanto della città, ma di tutta la Slovacchia. Da un punto di vista architettonico si tratta di una costruzione in puro stile gotico: un tempo questo luogo di culto era quello in cui venivano incoronati i re magiari e questo la rende ancora più interessante da un punto di vista storico.

Dopo la scoperta di due dei luoghi più simbolici di Bratislava, varrebbe la pena addentrarsi a Starè Mesto: si tratta della “Città Vecchia” e per capirne la bellezza bisogna camminarvi, andando alla scoperta dei suoi angoli più nascosti.

Bratislava è nota per la presenza di diverse costruzioni molto interessanti da un punto di vista storico ed una di queste è il Castello Devin, il quale è ubicato vicino al punto in cui il Danubio e la Morava si incontrano. Oggi questo castello è uno dei tanti poli culturali che hanno contribuito negli anni a rendere Bratislava così interessante da un punto di vista culturale.

Il viaggio potrebbe quindi continuare inserendo come tappa la Chiesa Blu, la quale è nota anche come Chiesa di Santa Elisabetta. Questo luogo di culto si caratterizza per un aspetto cromatico molto originale, visto che è di colore azzurro. Il motivo va ricercato nel fatto che da un punto di vista architettonico venne costruito seguendo i dettami dell’art nouveau. Se è vero che non potrà mai emanare lo stesso fascino della Cattedrale di San Martino, risulta altrettanto innegabile che è un edificio molto originale e che è impossibile dimenticare.

Altri luoghi da vedere a Bratislava

Tra i luoghi più controversi di Bratislava vi è il Ponte Nuovo. Per alcuni è un vero e proprio capolavoro architettonico, mentre per altri è tutto il contrario. Un tempo il suo nome era Ponte della Rivoluzione Nazionale Slovacca e la sua edificazione risale all’epoca in cui esisteva ancora la Cecoslovacchia e il Paese era sotto l’influenza sovietica. Ciò che lo rende assai originale è il fatto che oltre ad essere un ponte, funge anche da torre, il tutto grazie alla sua struttura assolutamente originale e unica.

La scoperta di Bratislava potrebbe quindi continuare con il ritorno nel centro storico, dove si potranno ammirare con tutta calma delle splendide statue, le quali hanno contribuito a rendere Bratislava una meta così gettonata: si va dalla statua di un operaio che fuoriesce da un tombino, a quella di un uomo senza vestiti il quale ha l’aria di vagare per la città.

Bratislava è una città molto ricca anche per quanto riguarda l’offerta museale: in questo senso basti ad esempio pensare al Danubiana Meulensteen Art Museumm, il quale è uno dei musei più noti di tutta l’Europa Continentale anche per la zona in cui si trova, visto che è letteralmente in mezzo al Danubio.

L’apertura al pubblico di questo museo risale ai primissimi anni duemila e nel giro di pochissimo tempo si è guadagnato un posto di prim’ordine tra i musei d’arte presenti sul territorio europeo.

Infine, un viaggio a Bratislava, non può non comprendere anche la visita al famoso Palazzo Grassalkovich: si tratta senza ombra di dubbio del palazzo più sfarzoso di tutta la città grazie ad uno stile architettonico che è un perfetto mix tra barocco e rococò. Inoltre, vale la pena trovare il tempo per ammirare il giardino alla francese che vi trova spazio e dove si potrebbe rischiare di incontrare il “primo cittadino” della Slovacchia, visto che questo maestoso edificio è la sede della presidenza slovacca, aspetto che lo rende per certi versi ancora più interessante ed affascinante per qualsiasi viaggiatore.