Salisburgo è una città straordinariamente ricca di fascino e di storia. Situata a ovest di Vienna, nell’Austria centro-settentrionale, la città sorge sulle sponde del fiume Salzach e il suo incantevole centro storico rientra tra i beni dichiarati Patrimonio dell’Umanità Unesco.

La città della musica e dei festival

Salisburgo è conosciuta come “Città della Musica”, non solo perché qui ha visto i natali il genio musicale di Mozart, ma anche per i tantissimi festival che annualmente vi si organizzano – il più famoso dei quali è proprio quello omonimo. Sono noti in tutto il mondo anche il “Jazz and the City” e i Canti dell’Avvento, che rendono la città una delle mete più romantiche dove trascorrere il Natale.

Celebre e affascinante è anche il festival delle arti del circo, denominato Winterfest, poiché si svolge solitamente in inverno, nel quale si esibiscono artisti circensi di straordinaria agilità e fantasia.

Sebbene l’inverno offra una miriade di ottimi motivi per visitare Salisburgo, dagli eventi di cui abbiamo appena parlato ai celebri mercatini di Natale, scenografici come pochi, anche una visita nel periodo estivo può essere idilliaca, soprattutto se la vacanza vuole essere improntata al contatto con la natura. La regione di Salisburgo, infatti, offre paesaggi naturali spettacolari, lunghi sentieri per fare escursioni o andare in mountain bike e diversi laghi sulle cui rive godere della tranquillità e della bellezza dei luoghi.

Cosa vedere a Salisburgo

Il simbolo della città è la Fortezza Hohensalzburg, arroccata sulla cima del Monte Festungsberg, dal quale domina il centro urbano. Imponente e maestosa, la fortezza risale al XII secolo ed è perfettamente conservata. È raggiungibile mediante una funicolare dalla quale si può assistere a un panorama unico e dalla bellezza mozzafiato.

Al suo interno sono custoditi diversi musei, ma numerosi ambienti non siano stati destinati a spazi espositivi: sono conservati, completi di arredi d’epoca, a testimonianza della vita di corte che vi si svolgeva.

Basta una rapida scorsa del centro di Salisburgo per capire che, accanto alla Fortezza, altro simbolo indiscusso della città è Mozart. La sua effigie è presente ovunque e tantissimi sono i souvenir e, in particolare, i dolci e i cioccolatini a lui dedicati.

Le due case di Mozart non potevano non rientrare tra le cose da vedere. Entrambe destinate a museo, la prima è quella natia, la seconda quella dove ha vissuto nel corso della sua, purtroppo breve, vita. Attraversarne le stanze, osservarne documenti e oggetti personali, serve a ripercorrere i momenti salienti della precocissima carriera di un genio della musica.

Il Museo di Arte Moderna merita una visita per un duplice motivo. Se da una parte ci sono i tanti e preziosi capolavori dell’intenso periodo artistico che si pone a cavallo tra Ottocento e Novecento, dall’altro lo stesso edificio è un’opera d’arte, eretta per creare suggestioni di luci e trasparenze ai visitatori che ne restano ammaliati. Il museo è, inoltre, dotato di un terrazzo panoramico dal quale si osserva tutta la meraviglia di Salisburgo e delle sue mille cupole.

Una passeggiata, consigliata di giorno ma imperdibile di sera, deve essere fatta in Residenzplatz, in pieno centro storico, le cui sontuose cortine sono costituite da splendidi palazzi nobiliari e monumentali residenze arcivescovili. A rendere ancora più bella la piazza, cuore pulsante di Salisburgo, c’è la magnifica Fontana della Residenza, dove quattro grandi cavalli marini in marmo candido ne fanno una delle fontane barocche più apprezzate d’Europa.

Cristian Mastrolonardo
Anima da viaggiatore, Cristian, Italo-Americano, ama esplorare posti nuovi costruendo itinerari interessanti. Questo gli permette di raggiungere luoghi a volte meno noti, ma degni di essere visitati e raccontati. L'inseparabile oggetto di viaggio? La Go Pro.