Per alcuni un viaggio in Russia rappresenta un sogno da realizzare, per altri, invece, una meta difficile, fredda e per la quale provare diffidenza. Sentimenti contrastanti che hanno un’unica certezza: chiunque sia tornato da questo Paese, visitando in particolare Mosca e San Pietroburgo, ne è rimasto estasiato.

Un territorio affascinante, dove un pezzo di storia moderna ha poggiato le sue basi, un luogo ricco di bellezze naturali e architettoniche che attira milioni di turisti ogni anno.

La Russia e le sue bellezze

Una terra così vasta deve presentare, per ovvie ragioni, una varietà di ambienti molto diversi tra loro e offrire esperienze di viaggio dissimili sia per i paesaggi che per gli scenari culturali e architettonici che vi si trovano. Si passa dalla Mosca metropolitana all’affascinante San Pietroburgo, dal rigido ambiente dei monti Urali alla Siberia, fredda e altera.

Con i suoi 30 parchi nazionali e più di 10 siti che l’UNESCO ha dichiarato Patrimonio dell’Umanità, la Russia si sta aprendo sempre di più ad accogliere il turismo.

Per il viaggiatore che visita per la prima volta questo Paese, ci sono alcune tappe che non può assolutamente perdere, come le due città principali: San Pietroburgo e Mosca.

Mosca: la magia di una città che ha fatto la storia dell’umanità

Punto di riferimento per qualsiasi turista che attraversa questo enorme Stato, Mosca è la città maggiormente accogliente per il turista che intende visitarla; ben collegata da una fitta di rete di mezzi di trasporto e di soluzioni dove alloggiare, proprio come la più piccola San Pietroburgo.

La capitale presenta un duplice volto: quello della periferia, dove si vedono solo grandi edifici, uguali e angoscianti che si fondono al cielo spesso coperto di nuvole e di freddo; l’altro volto, invece, riporta in vita la magia della vita imperiale che ha caratterizzato la Russia zarista.

La Piazza Rossa, insieme al Cremlino, è uno dei paesaggi urbani più affascinanti dell’intero globo. La piazza delle cattedrali, con i tesori che contiene il Cremlino e le chiese ortodosse così maestose, creano un ambiente da favola, fuori dal tempo. Proprio a fianco di Piazza Rossa è ubicata la famosa Cattedrale di San Basilio, piena di colori con le sue cupole, uniche al mondo, che lo rendono un luogo meraviglioso.

Il giro della città prosegue con numerose altre attrazioni come il Mausoleo di Lenin e la Galleria delle Sculture di Ghiaccio, visitabile 12 mesi all’anno e magnifica con tutti i personaggi realizzati in modo perfetto. Imperdibile per gli appassionati d’arte è la Galleria Tretyakov, un museo situato in edifici diversi che espone circa 180.000 opere che vanno dal l XI secolo al XX secolo, un vero e proprio paradiso per gli appassionati del genere. La Cattedrale del Cristo Salvatore e il convento di Novodevichy, ancora, sono due edifici da visitare, per avere una visuale completa di questa meravigliosa quanto contraddittoria città.

Prima di recarsi a San Pietroburgo, può essere molto stimolante una visita nei dintorni della città, dove si trovano una serie di villaggi molto suggestivi. Parliamo di Kostroma, Jaroslavl, Vladimir, Rostov-Veliky, Suzdal, Uglich e Preseslavl-Zalessky, che propongono un itinerario che fonde l’arte, la storia, la magia e un velo di mistero tutto da svelare. Più si visita questa parte della Russia più ci si accorge della diversità paesaggistica e culturale, i colori tendono pian piano a cambiare e anche il cielo sembra diverso.

È l’ora di San Pietroburgo

Se non si ha intenzione di prendere l’aereo per spostarsi da Mosca a San Pietroburgo, il battello o il treno diventano un’ottima alternativa, oltre che una bella esperienza da vivere. Negli ultimi anni molti turisti curiosi stanno rivalutando l’idea di percorrere la Russia in lungo e in largo con il treno. Questo mezzo consente di attraversare campagne, foreste e fiumi e di raggiungere San Pietroburgo, luogo incantevole voluto fortemente dallo Zar Pietro II, tanto da essere definita la città di Pietro il Grande.

Tutto il centro della città si affaccia sul fiume Neva, simbolo della città, che è anche emissario del lago Ladoga. Luogo storico, di cui ha tanto parlato il grande Dostoevskij nei suoi meravigliosi romanzi, San Pietroburgo è oggi famosa per l’Ermitage, dove è ubicato il museo più famoso d’Europa. Un capolavoro di architettura dove le nobili forme si mescolano a colori vivaci quanto eleganti; la città, infatti, è fiera ed altera e ogni angolo, con i suoi ponti, le piccole vie e i palazzi così maestosi, parlano della storia travagliata di questo Paese, delle lotte civili e sociali e del difficile percorso del suo popolo.

Altri luoghi da visitare sono il Teatro Mariinsky, l’antica cattedrale di Sant’Isacco, il fiume con il suo castello, da visitare rigorosamente in barca.