L’Italia è ricca di posti meravigliosi da visitare, pieni di arte, cultura e storia. Tra i tanti posti che vale la pena vedere almeno una volta nella vita c’è senz’altro la Bassa parmense.

Parliamo di un territorio situato nella provincia di Parma chiamato così perché è la parte più bassa sul livello del mare. Qui è possibile vedere tantissimi monumenti, edifici e opere d’arte che appartengono a diverse epoche, nonché gustare i sapori tipici della zona.

Colli Ducali: ecco cosa non perdere

Una delle zone da non perdere è Fontanellato: si tratta di uno dei centri storici più antichi e affascinanti della Bassa parmense tanto da essere stato nominato uno dei borghi più belli d’Italia. Qui uno dei monumenti da visitare è la Rocca con il fossato d’acqua appartenente ai Castelli del Ducato di Parma e di Piacenza.

Anche Soragna è un luogo che può regalare piacevoli sorprese grazie alla Rocca appartenente al feudo dei Meli Lupi. Al suo interno è possibile ammirare un arredamento antico caratterizzato da pareti con velluto, mobili raffinati, opere d’arte e molto altro ancora.

Poco lontano da questa Rocca si può fare un salto al Museo del Parmigiano Reggiano, uno dei formaggi tipici del luogo. Il museo offre ai visitatori la possibilità di poter conoscere la storia, la lavorazione e le curiosità legate a questo buonissimo alimento.

Roncole Verdi, invece, è la frazione che ha dato i natali al grande maestro Giuseppe Verdi, infatti qui è possibile ancora vedere la sua casa; per chi vuole saperne di più basta spostarsi a Busseto (da non lasciarsi scappare nel periodo di Carnevale). In questo comune, in particolare a Villa Pallavicino, si trova il Museo Nazionale di Giuseppe Verdi in cui si potranno ammirare tutte le ventisette opere del compositore italiano.

Colli Ducali: cosa mangiare

Quando si visita un luogo nuovo non si può anche non assaporarne la cucina e i piatti tipici, infatti, la Bassa parmense è un’area caratterizzata dalla produzione di tantissime prelibatezze.

Naturalmente uno degli alimenti più famosi e conosciuti del luogo è il Parmigiano Reggiano, il formaggio italiano conosciuto in tutto il mondo, perfetto per accompagnare alcuni piatti oppure per essere gustato da solo cogliendone appieno il sapore intenso.

Tra le eccellenze culinarie della Bassa parmense ci sono poi i salumi, primo tra tutti il culatello, il quale nasce da una stagionatura più pregiata delle cosce di maiale che avviene durante il periodo autunnale. Il suo aspetto è caratterizzato da una specie di muffa nella parte superiore: questo gli conferisce un gusto unico.

Anche la spalla cruda di Palasone è un salume tipico del luogo; esso è ottenuto dalla carne delle gambe dei suini e ha bisogno di circa quindici mesi di stagionatura. In passato questo salume era molto raro ma negli ultimi tempi è tornato alla ribalta diventando uno dei più richiesti della zona.

Per accompagnare questi gustosi salumi è possibile assaporare la torta fritta, ossia una pasta salata a forma di rombo e fritta nello strutto che può essere sia mangiata al naturale e sia riempita con dei salumi.

Chi ama i dolci non può lasciarsi scappare la torta nera di San Secondo e la spongata di Busseto. Per ciò che riguarda i vini non bisogna dimenticare il Lambrusco, il Malvasia Colli di Parma e il vino frizzante Fortana del Taro.