Siamo andati all’esplorazione della Val di Non, valle trentina famosa per i suoi paesaggi e le sue tradizioni culturali.

Questa zona montana offre opportunità turistiche in tutti i periodi dell’anno, dall’inverno con le famose piste da sci all’estate con i suoi sentieri e percorsi panoramici.

In particolare, vogliamo parlarvi della Val di Non e di un percorso turistico panoramico tra i più belli presenti sul territorio del Trentino Alto Adige: la passeggiata panoramica di San Romedio.

Passeggiata panoramica di San Romedio: una camminata dentro la roccia con scorci panoramici mozzafiato

Il santuario di San Romedio si trova nel comune di Predaia nei pressi del paese di Sanzeno, nel cuore verde della Val di Non.

È stato costruito su uno sperone di roccia per commemorare l’eremita San Romedio, vissuto nel 300, ed è attualmente custodito da due frati appartenenti all’Ordine di San Francesco d’Assisi.

Si tratta di un complesso religioso composto da cinque chiese costruite in un periodo temporale che va dall’anno 1000 al 1918. Gli edifici sorgono a ridosso di un’imponente parete rocciosa molto ripida e sono collegati tra loro grazie a una scenografica scalinata composta da più di cento gradini.

Il santuario, grazie alla sua suggestiva collocazione, è un luogo molto frequentato da pellegrini religiosi e non.

La camminata panoramica che bisogna percorrere per raggiungerlo è talmente unica e scenografica che questo santuario è meta non sono di migliaia di fedeli religiosi, ma di tutti coloro che amano i paesaggi delle Dolomiti.

Abbiamo percorso l’itinerario più suggestivo partendo dal Museo Retico di Sanzeno dove, nei pressi dell’abitato, è possibile lasciare parcheggiata l’automobile.

Il percorso inizia dalla passerella in legno che affianca campagne con vaste coltivazioni di meli e si addentra poi nella roccia della montagna. La camminata alterna tratti in cui si sviluppa su una passerella di legno, a tratti incastonati della roccia.

Il panorama è veramente suggestivo e permette di cogliere alcuni scorci a strapiombo che danno la sensazione di essere parte della roccia.

La passeggiata in totale è lunga 2,5 km, è presente un corrimano per proteggere i camminatori dei punti esposti ed è quasi completamente pianeggiante, per questo motivo è adatta anche a chi non è troppo allenato.

L’ultimo tratto del percorso giunge alla VIII stazione della Via Crucis e qui inizia l’unico tratto di salita. Potrete decidere se scegliere la strada principale asfaltata oppure se percorrere la scalinata che in pochi minuti vi porterà ai piedi del suggestivo eremo di San Romedio.

Se avete voglia di esplorare la zona e di ammirare una bellissima vista sull’eremo, vi consigliamo di incamminarvi nel sentiero di fronte all’entrata del santuario. Salendo nel bosco, con una camminata di dieci minuti, vi troverete nel piccolo cimitero dal quale potrete godere di una magnifica vista panoramica.

Da San Romedio a Coredo passando per i Due Laghi e il Viale dei Sogni

Giunti a San Romedio, i camminatori più alleati, potranno proseguire la camminata per scoprire laghi, boschi e il piccolo paese di Coredo.

Le indicazioni per i laghi sono presenti sul sentiero principale e attraverso una stradina sterrata all’interno del bosco vi troverete a percorrere una salita dolce che non presenta particolari difficoltà. Il sentiero vi farà attraversare il rio di Verders e poco dopo potrete scorgere il punto più a nord del lago.

A questo punto inizierà un tratto di salita di circa 150 metri di dislivello che porterà ai Due Laghi. Qui vi consigliamo di fare una pausa e di godervi la bellezza del verde degli alti alberi che si specchia nelle acque del lago. L’area è molto curata ed è servita di tavoli per pic-nic.

Per proseguire il percorso e ammirare al meglio i laghi, potete percorrere il sentiero che li costeggia, una tratta pianeggiante in 20 minuti vi permetterà di vederli da tutte le prospettive.

Arrivati al punto estremo del lago di Coredo, nella zona in cui ci sono i parcheggi, potrete imboccare un sentiero chiamato Viale dei Sogni. Si tratta di percorso pianeggiante che si sviluppa tra gli alberi per giungere al paese di Coredo. È molto agevole e semplice da percorrere e vi regalerà un momento rilassante che vi farà sentire abbracciati dai suoni e dai profumi del bosco.

Il paese di Coredo si raggiunge in una ventina di minuti e qui potrete passeggiare per le sue vie, ammirare le tipiche case di montagna e curiosare nelle botteghe degli artigiani che intagliano il legno e creano mobili e decorazioni per la casa.

Noi abbiamo terminato qui la nostra escursione, ma questa zona del Trentino Alto Adige offre davvero un’infinità di possibilità e di percorsi.