La via di Francesco è un viaggio alla ricerca della storia di uno dei santi più amati e studiati della storia italiana, anche grazie alle sue opere poetiche che ci sono giunte.

I pellegrini intraprendono questo viaggio alla scoperta di sé e dei valori francescani, tra i luoghi che ci ricordano la sua vita e la sua predicazione.

I percorsi della Via di Francesco

Il viaggio si può percorrere a piedi o in bicicletta, da soli o in compagnia anche solo del vostro amico a quattro zampe.

È consigliabile evitare di farlo d’estate, viste le temperature e i luoghi senza zone d’ombra. Alcune tappe includono dei tratti da percorrere su strada asfaltata, aumentando la percezione di calore.

Prediligere, quindi, le stagioni più miti come la primavera e l’autunno, soprattutto per i meno abituati a camminare all’aria aperta e sotto il sole.

Tre sono le vie che si possono percorrere partendo da luoghi differenti: la via del Nord, la via del Sud e la via di Roma. Non per forza si devono affrontare tutte le tappe di ogni via, se ne possono fare anche solo alcune, a seconda delle proprie condizioni di salute e della difficoltà da valutare nei vari itinerari.

Alcuni pellegrini decidono di prendersi una pausa di un giorno, tra una tappa impegnativa e un’altra, per riposarsi e ricaricare le energie.

La Via Del Nord

Si parte dal Santuario di La Verna, in provincia di Arezzo, luogo molto amato da San Francesco. Nel percorso completo si raggiunge Assisi in quasi 200 km, passando da Pieve Santo Stefano, Sansepolcro, Citerna, Città di Castello, Pietralunga, Gubbio e Valfabbrica.

Con una variante si può visitare anche la splendida città di Perugia.

La Via Del Sud

Affiancando il Tevere, il percorso completo inizia dalla Città Eterna raggiungendo Assisi in circa 300 km.

Attraverso due itinerari diversi, da decidere prima o in corso, si possono attraversare luoghi incantevoli tutti da scoprire come Monterotondo, Rieti, Terni, Spoleto, Foligno e tanti altri.

La Via Di Roma

Questo itinerario unisce da Nord a Sud i due percorsi, da La Verna a Roma, in circa 500 km.

Tante sono le tappe tra cui scegliere per il vostro viaggio spirituale, e non solo. Basta tenere conto, e questo vale per tutte le tappe, le possibili difficoltà che possono insorgere, soprattutto nella lunga percorrenza, nell’attraversare i luoghi in dislivello e montani.

Dove dormire durante il Cammino e altre info utili

In questo viaggio troverete l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda le strutture ricettive. Ce ne sono moltissime e per tutti i gusti e tutte le tasche.

Chi viaggia con il proprio cane deve solo assicurarsi in anticipo quali siano gli alberghi che accettano gli animali. E a proposito di cani, devono, per sicurezza vostra e degli altri, avere le vaccinazioni in regola e essere dotati di museruola come previsto dalla legge.

La segnaletica è garantita in tutte l’itinerario, in entrambi i sensi di marcia, ed è sicura e completa per favorire al meglio il cammino dei viandanti.

via di francesco indicazioni

È consigliabile, una volta decisa la tappa da percorrere, continuare a seguire il suo segnale di riferimento.

La Credenziale del Pellegrino: un documento fondamentale

È un documento di viaggio su cui si possono apporre i timbri delle località attraversate in cui avete soggiornato.

È rilasciata dalla Diocesi di Gubbio e, essendo un’autorità religiosa, prende un valore spirituale importante e da rispettare.

Si può richiedere dall’Italia almeno tre settimane prima di partire, e due mesi prima se si richiede dall’estero.

È del tutto gratuita, ma è consigliabile effettuare anche solo una piccola offerta per ricoprire le spese di spedizione e il lavoro del servizio svolto.