Gli Stati Uniti d’America sono famosi per le grandi città all’avanguardia, tecnologiche, ricche di grattacieli e di innovazione. Oltre questo celebre aspetto però, questa importante nazione ha da offrire un repertorio di parchi nazionali veramente invidiabile, paesaggi mozzafiato unici al mondo, specie di piante, alberi ed animali introvabili in altre parti del mondo.

Uno degli spettacoli della natura più famosi degli Stati Uniti d’America sono le grandi Sequoie secolari, alberi caratterizzati dalla loro enorme dimensione.

In USA si può trovare il Sequoia National Park. Il parco si trova nella regione della Sierra Nevada, in California.

La storia

Il Sequoia National Park venne istituito nel 1890, ed è il secondo parco Statunitense, infatti si estende per una superficie di oltre 1.600.00 km quadrati. Al suo interno si trova il monte Whitney, il più alto degli Stati Uniti (4.400m).

La caratteristica principale del parco è ovviamente la presenza degli alberi di Sequoia secolare, fra i quali l’albero più alto della terra, chiamato Generale Sherman.

Come arrivare, i due ingressi

Nota la superficie del parco, sarà facile immaginare la distanza totale fra i due ingressi, non proprio misure comuni. Le due entrate del parco infatti sono distanti ben 80 km, occorre studiare bene cosa si può visitare accendendo da ciascuna entrata.

L’entrata principale per chi viene da Los Angeles è l’entrata “ASH”, mentre per chi viene da San Francisco l’entrata di riferimento è la “BIG STUMP”. La differenza principale sta nella traversata del King Canyon, il canyon all’interno del parco: passando per l’entrata ASH non ci imbatteremo nel Canyon, a differenza dell’entrata BIG STUMP che invece implica un passaggio nel canyon.

Quando visitare il parco

Il grande parco è aperto tutto l’anno, ma visitandolo nella stagione primaverile/estiva si potranno ammirare i colori delle piante e i profumi dei fiori appena sbocciati, mentre in inverno si potrà ammirare lo splendore delle sequoie completamente innevate; tra l’altro c’è da considerare l’altezza alla quale si trova il parco, per cui durante la stagione invernale per raggiungerlo in automobile potrebbe esserci l’obbligo di catene a bordo.

Cosa vedere

L’attrazione principale del parco sono ovviamente le grandi sequoie, e senza dubbio il Generale Sherman suscita grande interesse, e nel parco oltre a prevalere sui fratelli è ben distinto da un grande cartello con il suo nome.

Un’altra parte del parco che merita un’escursione è sicuramente la Moro Rock, ossia un maestoso monolite di granito la cui cima è raggiungibile mediante una scalinata di roccia, sulla quale arrampicarsi per circa 90 metri di dislivello. Lungo il percorso, che può sembrare molto pericoloso, ci sono numerose protezioni, ma occorre comunque tenere d’occhio bambini ed in generale chi soffre di vertigini, ma arrivati in cima ci si può appagare con un panorama unico al mondo.

 

Altra attrazione di grandissimo interesse, soprattutto per gli amanti della fotografia, è il Tunnel Log; si tratta di una Sequoia caduta, nella quale i Rangers hanno creato un vero e proprio tunnel percorribile in macchina. Per rendere l’idea della grandezza della sequoia, il tunnel è alto più di 5 metri e largo 2.5 circa.

Crescent Meadows, infine, è la radura verde più famosa del parco, dove si possono fare due passi nella natura ammirando l’intero parco, e con un po’ di fortuna si possono avvistare orsi e altri esemplari della fauna locale, rispettando le distanze di sicurezza.