Quando si pensa alle città del nord Europa, le si immaginano fredde e poco ospitali. Eppure, le capitali scandinave come Copenaghen, Oslo, Stoccolma ed Helsinki dimostrano esattamente il contrario. Parliamo di luoghi spettacolari non solo dal punto di vista paesaggistico ma anche ricchi di storia e con un’importante vivacità culturale.

In particolare a Helsinki, capitale finlandese, non mancano musei e siti di grande interesse. Ne sono un esempio il Museo Kiasma, l’Ateneum, la moderna Cappella del Silenzio di Kamppi, realizzata completamente in legno di abete rosso, e soprattutto la Fortezza di Suomenlinna, dichiarata peraltro Patrimonio dell’UNESCO.

Tutto sulla Fortezza di Suomenlinna

La Fortezza di Suomenlinna fu costruita, con l’aiuto di contributi francesi, nel lontano 1748 per volere della Svezia (di cui la Finlandia faceva parte) per tentare di contrastare le avanzate russe. Cadde nelle mani degli stessi russi nel 1808 fino a quando, con l’indipendenza della Finlandia dalla Russia, diventò totalmente finlandese.

La città di Helsinki è letteralmente circondata da moltissime isole, almeno 300, alcune delle quali completamente disabitate. Su un piccolo arcipelago sorge la Fortezza di Suomenlinna, un vero e proprio pezzo di storia legato alla Finlandia e alla penisola scandinava.

Come raggiungere la Fortezza di Suomenlinna

La Fortezza di Suomenlinna è raggiungibile solamente via mare, con imbarcazioni private oppure in traghetto o vaporetto che partono dal porto di Helsinki. Bastano solo 15 minuti per raggiungere l’isola di Suomenlinna e in estate le partenze avvengono anche alle 2 della notte. Da tenere a mente che da maggio a settembre il sole in Finlandia non tramonta mai e la navigazione alla volta di Suomenlinna è davvero magica e suggestiva.

Non si pensi che d’inverno lo spettacolo sia meno incantevole! Tra acque appena ghiacciate e la neve che ammanta il paesaggio, sembra di essere catapultati in un regno di ghiaccio, proprio come nel film Frozen.

Una volta messo piede sull’isola di Suomenlinna, serve solo percorrere la Blue Route, una strada che permette al visitatore di raggiungere i principali luoghi d’interesse della grande fortezza. La Blue Route parte dal molo, dove c’è una caserma dalle mura rosa, e arriva al pittoresco King’s Gate. Si tratta di un ingresso a pelo d’acqua, con tanto di ponte levatoio e scalinata in calcare, costruita nella prima metà del ‘700.

Lungo il percorso si incontrano guarnigioni, caserme, tratti di mura, cannoni, depositi (simili a collinette con porticina), teatri e case. L’isola di Suomenlinna infatti è abitata da circa 800 persone, sistemate negli alloggi dei soldati riconvertite in case.

Cosa vedere nella Fortezza di Suomenlinna

Passeggiando tra le mura della fortezza di Suomenlinna si ha la possibilità di scorgere un vero sottomarino, ormai in disuso: il Vesikko. Si tratta dell’unico esemplare storico sopravvissuto allo smantellamento richiesto alla Finlandia alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Il Vesikko pattugliava le fredde acque del Mar Baltico e fu costruito tra il 1931 e il 1933, affermandosi come il primo sommergibile della Marina Militare Finlandese. Visitandolo si può vivere l’atmosfera all’interno di questo mezzo militare, tra comandi, rumori del motore e il sibilo dei missili.

Tra i molti musei della Fortezza di Suomenlinna, spiccano il Suomenlinna Toy Museum, che mostrerà a grandi e piccini i più bei balocchi dall’800 a oggi e il Museo Militare di Manama. Questo si sofferma in particolare su alcune guerre che hanno coinvolto la Finlandia, dalla Guerra Civile del 1918 alla Guerra d’Inverno che precedette il secondo conflitto mondiale.

C’è poi il Museo Ehrensvärd, dedicato a uno dei più grandi artisti e architetti svedesi. All’interno sono conservati modellini di navi, mobilio d’epoca, armi e dipinti. La tomba di Ehrensvärd si trova in Great Courtyard, il grande cortile su cui si affaccia il museo.

Tra i luoghi più belli da vedere nella Fortezza di Ehrensvärd c’è il cantiere navale Viaporin Telakka, nato nel 1750 con lo scopo di fornire navi alla leggendaria Flotta del Baltico.

Da vedere infine la Chiesa di Suomenlinna, risalente al 1854. Nata per praticare il culto ortodosso, è oggi una chiesa luterana che era stata progettata anche per fungere da faro. Doveva regolare il traffico sia marittimo che aereo. In passato il faro funzionava a gas mentre oggi è alimentato elettricamente.