La Sicilia è una terra meravigliosa che ha tantissimo da offrire ai propri visitatori. Numerose sono le location di interesse storico, culturale ed artistico che permettono ai turisti provenienti da ogni parte del mondo di poter vivere un’esperienza davvero unica.

Visitando la Sicilia si ha l’opportunità anche di apprezzare la straordinaria varietà e bontà dell’offerta gastronomica. Cerchiamo, dunque, di scoprire quali sono i principali Street Food da gustare nelle varie zone dell’isola sicula.

Gli arancini e tutte le altre tipologie di cibo da strada siciliano

Tra i cibi Street Food siciliani più conosciuti e apprezzati, spicca l’arancino. Un prodotto esportato in ogni latitudine che può essere gustato in qualsiasi momento della giornata, anche mentre si sta passeggiando nei vicoletti storici delle varie città e cittadine siciliane. Una bontà che viene preparata con prodotti di qualità e che è possibile trovare nella caratteristica forma che ricorda un po’ una pera. Gli arancini possono essere degustati sia nella versione rosé, con un po’ di sugo, che in quella in bianco, che invece prevede altre tipologie di continenti.

Probabilmente meno conosciuta, ma ugualmente gustosa da assaggiare, è la capocciata, un prodotto di Street Food caratteristico di Catania e della sua provincia e che per certi versi ricorda un panino farcito in vario modo. In realtà, si tratta di un impasto particolare molto morbido che nella versione classica viene farcito con prosciutto cotto, mozzarella, olive nere e pomodoro. Può essere tranquillamente mangiato per sostituire un pasto mentre state visitando le bellezze della città etnea.

Un altro piatto tipico è il pane e panelle. Un piatto molto economico e veloce le cui origini sono probabilmente arabe. Si ottiene impastando in maniera particolare la macina dei semi dei ceci, ricavandone una farina da mescolare con acqua e quindi da cuocere sul fuoco. Resterete affascinati dal suo gusto davvero unico e ricercato.

Se vi capita di passeggiare e di visitare la città di Ragusa, non lasciatevi sfuggire la Scaccia, un prodotto a base di acqua, olio e lievito. La sua particolarità è che l’impasto deve essere molto sottile e ripiegato più volte su sé stesso; all’interno di queste si vanno ad inserire tantissimi prodotti gustosi come la ricotta, la cipolla, le melanzane, il pomodoro e la salsiccia. Insomma, un prodotto gustoso e molto ricco.

Dal pane cunzatu ai celeberrimi cannoli siciliani

In Sicilia c’è una grandissima varietà di piatti gastronomici veloci e gustosi che possono essere consumati anche per strada, come nel caso della Stigghiola. Una prelibatezza che viene preparata con le frattaglie, ossia le budella di agnello oppure di capretto e pollo che, dopo essere state lavorate accuratamente, vengono infilzate in uno spiedino. Al termine della cottura si va a condirle con sale e limone.

Un prodotto la cui immagine ricorda la ma che per gusto è molto differente, è lo Sfincione. Una pasta lievitata con le stesse caratteristiche del pane al quale si aggiunge nella parte superiore la salsa di pomodoro, cipolla, acciughe e origano e magari con una spolverata di caciocavallo. Questa è la versione classica, ma girando per la Sicilia potrete apprezzare tantissime altre varianti che prevedono condimenti differenti e più disparati.

Probabilmente più famoso e ugualmente gustoso, è il Pane Cunzatu, un prodotto realizzato nei secoli scorsi con quelli che all’epoca venivano visti come “ingredienti poveri”. Una sorta di panino all’interno del quale ci sono tantissimi condimenti come olio, pomodori freschi, origano, acciughe, sale e pepe, con la presenza aggiuntiva di formaggio fresco. Questa ad esempio è un’ottima opzione per avere a disposizione un pasto gustoso e veloce da portare in spiaggia.

Naturalmente nella nostra lunga carrellata di food siciliano, non potevano mancare i cannoli. I cannoli siciliani sono indubbiamente famosi in tutto il mondo per le loro forme e soprattutto per il loro gusto. Vengono preparati con un’antica ricetta che permette di avere quella croccantezza davvero unica e con una farcitura che prevede granella di pistacchi canditi e cioccolato oltre che dell’ottima cassata.

Infine, avrete l’opportunità di assaporare soprattutto nelle tante bancarelle che si possono trovare nelle città siciliane durante le feste patronali estive, la Calia e la Simenza; il primo è composto da ceci tostati, mentre il secondo piatto è caratterizzato dai semi di zucca secchi sottoposti ad un particolare procedimento.