Il 2019 è l’anno di Matera: la città dei Sassi è stata eletta “Capitale europea della cultura” per l’anno corrente, titolo che ha decretato un vero e proprio riscatto per la città, in passato bistrattata per la sua arretratezza.

Proprio da quell’arretratezza i cittadini di Matera hanno saputo trarre il proprio punto di forza, facendo del vecchio borgo cittadino un grande museo a cielo aperto, dove è possibile tornare indietro nel tempo e scoprire i segreti di un passato di cui sono ancora intrise le pareti delle abitazioni nei Sassi e delle innumerevoli chiese.

In questa guida troverai tutto quello che c’è da sapere per vivere al meglio il proprio viaggio a Matera.

Visitare Matera nel 2019

Il 2019 è il miglior anno per visitare Matera: per festeggiare il titolo di “Capitale europea della cultura”, in città si organizzeranno numerosissimi eventi e manifestazioni culturali, che attireranno turisti da tutto il mondo e faranno di questa città lucana il cuore pulsante del Meridione italiano.

La cerimonia di apertura si è svolta il 19 gennaio 2019 mentre la chiusura è prevista per il prossimo 20 dicembre. Nell’arco temporale che intercorre tra le due date di inizio e fine, un ricco programma culturale animerà la città.

Passato e futuro dialogheranno, mettendo in risalto l’identità storica e culturale di Matera in una prospettiva di sviluppo e innovazione.

La mostra conclusiva del programma di eventi sarà allestita grazie al contributo dei visitatori, che sono invitati a donare un oggetto che ben simboleggi la propria idea di cultura.

Le attrazioni di Matera

La peculiarità di Matera sta nel suo centro storico dal fascino antico: si tratta di un borgo scavato nella roccia, diviso in due quartieri, chiamati Sasso Barisano e Sasso Caveoso.

Il Sasso Barisano è quello più grande, dove si possono trovare numerosi negozi e alberghi, mentre il Sasso Caveoso conserva una fisionomia più antica.

Passeggiare tra i vicoli dei Sassi di Matera offre un’esperienza molto suggestiva che permette di visitare da vicino le caratteristiche case-grotte di origine antichissima.

In una di queste antiche dimore, abitata fino al 1957, è stato istituito un museo. È la Casa-Grotta di Matera, dove è possibile toccare con mano la realtà quotidiana dei cittadini del borgo grazie alla fedele ricostruzione degli ambienti, arredati con mobili dell’epoca.

Un altro imperdibile monumento da visitare a Matera è la Cattedrale intitolata a Sant’Eustachio e alla Madonna della Bruna, protettori della città. Sorge sul punto più alto della città, da cui si può godere di una vista mozzafiato sul borgo. Gli interni dell’edificio in stile romanico sono riccamente decorati e conservano anche un presepe in pietra realizzato nel 1534.

Matera è anche ricca di chiese rupestri, tra cui molto bella è quella di Santa Maria de Idris, collegata tramite un cunicolo alla cripta rupestre di San Giovanni in Monterrone.

Matera offre scorci meravigliosi tra i vicoli e le viuzze, ma presenta anche diversi punti panoramici da cui godere di una meravigliosa vista.

La città non potrà deluderti, ma non lasciare Matera senza aver anche assaggiato il pane tipico!

Matteo Mazziotti
Matteo da quasi 3 anni gira e lavora tra Asia e Europa. Tra un viaggio e l'altro scrive su tesoroturismo.it, unendo la passione per i viaggi a quella della scrittura. Amante delle foto instantanee, viaggia sempre con una Polaroid al collo.