Non si può andar via da Barcellona senza prima aver fatto un salto a Barceloneta, il quartiere per eccellenza della città.

Scopri cosa vedere in questa breve guida che mira a raccontare la bellezza di Barcelonata, un villaggio prima abitato da pescatori e oggi sede della movida spagnola.

Barcelonata è molto semplice da raggiungere. Si trova, infatti, nel cuore della città, bagnata dal mare come una vera e propria penisola ma ricca di ristoranti, bar e spiagge dal mare cristallino.

Il mare di Barceloneta e le sue spiagge

Tutti i ragazzi si riuniscono ogni giorno in una delle 4 spiagge di Barceloneta per un tuffo, una partita a pallavolo o per un buon cocktail in riva al mare.

La spiaggia di Sant Sebastià è una delle più lunghe e antiche di Barcellona, dall’effetto un po’ futuristico dato dal profilo del famoso hotel. Questa si unisce alla spiaggia di Barceloneta, una delle più apprezzate specialmente per praticare sport come surf e per la movida. Un luogo dove il silenzio non fa da padrone.

A seguire la spiaggia di Sant Miquel, una delle più centrali, caratterizzata dalla scultura del famoso architetto Rebecca Horn, diventata il simbolo dell’antico villaggio di Barceloneta. Per ultima, ma non per importanza, eccoci alla spiaggia di Somorrostro. Un po’ più piccola rispetto alle altre ma ben attrezzata con docce pubbliche, palestre all’aperto, aree per bambini e campi da beach volley.

La chiesa di Saint Miquel del Port

Una chiesa parrocchiale nel centro di Barceloneta, costruita tra il 1753 e il 1755 dall’architetto spagnolo Pedro Martín Cermeño. Un esempio di architettura barocca danneggiato da un incendio, nel 1936, che distrusse tutte le decorazioni interne. Una tappa da non perdere.

La teleferica del porto di Barcellona

Se si è amanti dei tramonti romantici, non si può non vederne uno dalla teleferica del porto situata sul monte Montjuïc. Una piattaforma composta da cabine rosse che permette di regalarsi, acquistando il biglietto in loco, una panoramica da togliere il fiato.

Alla vista dell’intera città dall’alto sarete travolti da una scarica di adrenalina.

Il Museo di Storia Catalana

Un museo che racconta la storia della Catalogna, dalle sue origini fino ad oggi. Il museo è un famoso centro culturale della città che offre attività di formazione e di analisi.

Un museo accessibile a tutti anche grazie al prezzo basso del biglietto che si aggira sulle sei euro. Un luogo d’arte che si rinnova costantemente con nuove mostre interattive.

Il mix tra cultura e divertimento è ciò che rende una vacanza perfetta.

Cos’altro vedere a Barceloneta

Tra il museo di storia catalana appena citato e il monumento a Colombo è presente il Porto Vecchio, da sempre una delle mete più ambite dai turisti.

Una zona molto romantica dove si può assaporare la tipicità della Spagna, sentire il profumo del mare mentre si osservano le barche che rientrano al porto. Dal monumento di Colombo parte un ponte che permette di arrivare ad uno dei più grandi acquari d’Europa.

Il centro di Barcelonata è molto caratteristico, con edifici di piccole dimensioni, terrazzi stretti e finestre dove è possibile notare la bandiera gialla e blu, simbolo di Barcelonata. Nel centro storico non si può non visitare il mercato nel quale ci si può fermare in uno dei ristoranti di pesce fresco presenti.

Barceloneta è quindi un quartiere da scoprire in ogni sua piccola particolarità. Un centro vivace, colorato, ricco di profumi e sapori che non lasceranno indifferenti.