Il lago di Garda è il più grande dei laghi italiani e il terzo per estensione tra quelli europei che esistono sulle Alpi, dopo i laghi di Costanza e Ginevra.

La sua grandezza lo colloca al confine di tre regioni (Trentino, Veneto e Lombardia) ed è ricco di storia, tradizioni e natura. L’ideale per organizzare delle vacanze diverse dal solito.

Spesso, chi sceglie di trascorrere un soggiorno sul lago lo fa perché vuole ritagliarsi qualche momento di tranquillità e pace, allontanandosi dal caos e dallo stress delle grandi città.

Da sempre, infatti, il lago è sinonimo di relax e permette uno stretto contatto con la natura.

Il Lago di Garda consente di spaziare su vari fronti. Da quello culturale, grazie alle dimore storiche e ai borghi pittoreschi, a quello ludico fino alle aree di notevole interesse naturalistico.

La Parte Veronese del Lago di Garda

L’antico nome del lago di Garda era Benaco o Benacus, ma fra le varie località che si trovano sulla costa veneta c’era una cittadina affacciata sul golfo omonimo e caratterizzata da un’imponente castello medioevale; si trattava di Garda che, nel corso degli anni, assunse tanta importanza da far cambiare il nome allo stesso lago.

Attualmente è un grazioso borgo che offre ai turisti la possibilità di passeggiare sul suo lungolago ed ammirare gli eleganti palazzi in stile gotico-veneziano.

Gli amanti dell’enogastronomia, poi, non possono trascurare Bardolino, leggermente più interna rispetto alle altre cittadine, che si sviluppa ai piedi delle colline che circondano il lago; oltre al pregiato vino, Bardolino vanta una bellissima posizione e alcuni monumenti di elevato interesse storico e artistico, come la Chiesa di San Zeno, le Mura Scaligere e le sontuose ville di epoca veneziana.

L’antico villaggio lacustre di Lazise è stato fondato in epoca romana diventando il primo libero comune d’Italia e, successivamente, luogo della dogana della Serenissima Repubblica; attualmente il borgo antico è circondato dall’anello di mura medioevali perfettamente conservate nelle quali si aprono tre porte d’ingresso. Passeggiando lungo i suoi vicoli e viuzze è possibile ammirare le abitazioni trecentesche realizzate in pietra che conservano intatta ancora la loro antica struttura.

In questa parte di lago è inoltre presente il fulcro del divertimento per grandi e piccini: Gardaland.

Questo parco divertimenti è stato uno dei primi in Europa ed è sicuramente quello maggiormente noto in Italia; oltre alle attrazioni più famose, presso il Gardaland Show si può assistere a spettacoli sempre diversi mentre gli amanti della vita marina si possono divertire fra le 37 vasche del Gardaland Sea Life Acquarium.

La Parte lombarda del Lago di Garda

In provincia di Brescia, a Gardone Riviera, si può visitare il famoso Vittoriale degli Italiani, una vera e propria cittadella realizzata da Gabriele D’Annunzio tra il1921 e il 1938.

La villa, che è stata l’ultima residenza del Vate, custodisce moltissime curiosità e oggetti a lui appartenuti oltre a una straordinaria biblioteca; fra le particolarità possiamo annoverare la nave posamine “Puglia” che punta la prua verso il mare Adriatico e due cimeli relativi alle imprese effettuate nella prima guerra mondiale: l’aereo del sorvolo di Vienna e il Mas della beffa di Buccari.

Nei periodi estivi, inoltre, il Vittoriale ospita anche eventi culturali e spettacoli teatrali.

Ai confini tra la parte bresciana e quella veronese, sorge uno tra i borghi più belli e interessanti d’Italia: Sirmione sul Garda; si tratta di una meta particolarmente apprezzata dagli amanti delle terme grazie alle sorgenti scoperte per caso verso la fine del XIX secolo. Da quel momento le proprietà terapeutiche dell’acqua furono valorizzate creando una struttura elegante ed efficiente che nel corso del tempo si è notevolmente ampliata.

Chiunque decida di visitare Sirmione non può che lasciarsi incantare dal fiabesco Castello Scaligero realizzato nel XIII secolo; la sua particolarità, rara da trovare in altri castelli, è la posizione occupata in quanto tutti i suoi principali elementi (rocca, mastio e torri) sono completamente circondati dall’acqua.

Nelle immediate vicinanze è inoltre possibile ammirare le famose “Grotte di Catullo” che, a dispetto del nome, sono in realtà i resti di un’imponente villa di epoca romana databile tra il I e il II secolo dopo Cristo, probabile residenza dello scrittore romano; dalla villa si può godere di un magnifico panorama di tutta la parte meridionale del lago di Garda.

La Parte trentina del Lago di Garda

Riva del Garda è un piccolo gioiello incastonato tra le Dolomiti del Brenta e il lago di Garda.

Si tratta di un piccolo borgo che tuttavia offre ai suoi ospiti una grande varietà di attrazioni e attività da svolgere; da vari tipi di sport a spettacoli all’aperto, dalla degustazione dei prodotti tipici all’assaggio dei vini locali.

Grazie all’ascensore panoramico è possibile arrivare sulla parte più alta del borgo e ammirare così una fantastica vista su tutto il lago di Garda.