Barcellona è una città incantevole, il luogo perfetto per fare lunghe passeggiate tra antichi vicoli, edifici e chiese storiche, ammirare le opere colorate di Gaudì, mangiare, bere e assaporare un po’ di aria cosmopolita.

Vediamo quali sono le attrattive da non perdere se vi trovate in questa stupenda città.

La Rambla

La Rambla è il famoso viale alberato che collega Plaça Catalunya al porto antico. In origine era un letto di un corso d’acqua asciutto, infatti il nome deriva dall’arabo “raml”, che significa sabbia.

Il percorso, lungo quasi 1 km e mezzo, è diventato il simbolo di questa città dai mille volti e anima della sua vivacità. Durante tutto l’arco dell’anno si presenta sempre pieno di turisti, lavoratori, studenti, artisti di strada, bancarelle e tavolini.

La Sagrada Familia

Del tutto diversa da qualsiasi chiesa abbiate visto finora, la Sagrada Familia è stata progettata da Antoni Gaudì come un’opera unica nel suo genere.

Mentre nelle normali chiese le immagini si trovano all’interno, qui invece sono le facciate esterne ad ospitare l’arte figurativa che racconta, con statue e bassorilievi, la nascita di Gesù, la sua vita e la sua morte.

L’interno è uno spazio libero colmato da ingegnose soluzioni architettoniche e stupefacenti giochi di luce. A distanza di 137 anni dalla posa della prima pietra, oggi si stima il definitivo completamento nel 2026.

Parc Güell e case di Gaudì

Parc Güell è senza dubbio uno dei più bei parchi urbani al mondo, sorge su un’altura molto ampia che domina Barcellona. Nella zona gratuita ci sono sentierini, gradinate e terrazze con punti panoramici, che si snodano nel verde degli alberi e nei colori delle favolose decorazioni di Gaudì.

C’è poi la zona monumentale, a cui si accede solo con un biglietto, che ospita la Casa-Museo di Gaudì e altre abitazioni. Sparse per Barcellona, poi, ci sono altre case costruite dal famoso architetto che abbelliscono la città con colori e forme che sembrano uscite da un sogno, come Casa Batllò e Casa Milà.

Barrio Gotico

Insieme ai quartieri di Barceloneta e del Raval, il quartiere gotico fa parte del centro storico di Barcellona. Come in un museo a cielo aperto, il labirinto dei suoi vicoli porta a innumerevoli pezzi d’arte, come la Cattedrale, i resti delle antiche mura romane e altre chiese, piazzette e palazzi medievali di inestimabile valore architettonico. Un luogo incantevole da visitare di giorno e un teatro di movida la notte, ricco di magia, luci e ombre.

Il Montjuïc

La collina del Montjuïc è un piccolo promontorio da cui si può ammirare la città camminando tra gli spazi verdi dei giardini che abbelliscono quest’area lontana dal caos cittadino. Qui potrete vedere vari musei, tra cui la Fondaciò Mirò e il Mnac (Museo Nacional de Arte de Catalunya), la Fontana Magica, gli impianti sportivi delle olimpiadi del 1992 e il Castello del Montjuïc del XVII secolo.

“Barcellona, un orizzonte magnifico. Barcellona, come un gioiello al sole” cantava Freddie Mercury e davvero a volte sembra che questa città, come una pietra preziosa, risplenda e ci incanti con i suoi misteri e le sue luminose bellezze.