Una vacanza lenta alla scoperta della natura e della storia del Parco Nazionale del Cilento, a sud di Salerno: ecco il Cammino di San Nilo.

Un’esperienza unica scandita dal ritmo dei tuoi passi su vie antiche attraverso paesini medievali e boschi di faggio. Dalla riva del Tirreno verso l’entroterra montuoso: un’ascesa che ripercorre la vita di San Nilo da Rossano.

Il Cammino di San Nilo nel Cilento

La frenesia del mondo di oggi spesso non ci dà il tempo per assaporare la bellezza dei nostri territori e la magia della natura. Per questo negli ultimi anni si sente sempre più spesso parlare dei numerosi cammini che attraversano la nostra penisola in lungo e in largo. Ogni regione offre il suo percorso, ricco di storia, natura e sapori unici.

Il Cilento ti conquisterà con il Cammino di San Nilo: 110 km suddivisi idealmente in 8 tappe alla scoperta di 14 borghi all’interno del Parco Nazionale del Cilento. L’intero percorso prevede in realtà un tragitto molto più lungo, che va da Rossano Calabro fino a Grottaferrata, ma la parte all’interno del Parco del Cilento si snoda lungo un itinerario ridotto che parte da Sapri, si inoltra nell’entroterra per tornare poi sulla costa salernitana e terminare a Palinuro.

Fu proprio in questi luoghi che San Nilo, santo italogreco, vissuto intorno al X secolo e considerato oggi la massima espressione del monachesimo bizantino in Italia, decise di prendere l’abito.

Le tappe del Cammino di San Nilo nel Cilento

Il percorso parte da Sapri, un borgo a sud di Salerno che si affaccia sul Tirreno, per spostarsi rapidamente verso l’interno e arrivare dopo 10 km a Torraca.

Nella tappa successiva (19 km) ci si inerpica ancor più tra boschi e contrade a nord di Sapri e si giunge Casaletto Spartano. Gli 11 km fino a Morigerati sono tutti da conquistare a forza di dislivelli che rendono la tappa impegnativa ma spettacolare. La quarta tappa prevede 9 km fino a Caselle in Pittari: doverosa una fermata all’Oasi WWF e all’affascinante Grotta di San Michele. La quinta tappa è lunga 17,5 km fino a Rofrano e si snoda lungo un fitto bosco attraverso cui tutti i pellegrini passavano per arrivare al Monte Sacro.

Il giorno successivo si passa per il bel borgo signorile di Laurito per giungere a Montano Antilia, dopo una camminata di 15,8 km.

L’ultima tappa prevede l’arrivo a San Mauro la Bruca, dove sorge il monastero di San Nazario in cui San Nilo ricevette l’abito monacale. Con un ultimissimo sforzo il viaggio si chiude nuovamente sul mare arrivando a Palinuro, nota meta balneare a sud di Salerno.

Segnaletica del Cammino di San Nilo

L’intero percorso del Cammino di San Nilo nel Cilento risulta ben segnato. L’immagine stilizzata riporta la figura del santo in pellegrinaggio con il bastone di colore nero.

Nei centri abitati i segnali sono dei cartelli con l’adesivo dell’icona, mentre nelle aree rurali la via è indicata da una freccia giallo e oro oppure da frecce in dibond da 8×15 cm. Ogni segnale è separato dal successivo da una distanza di circa 300 m, quindi se un pellegrino ha l’impressione di aver imboccato la strada sbagliata, basterà tornare indietro fino all’ultima freccia vista per ritrovare rapidamente la via.

La credenziale del pellegrino di San Nilo

Come farsi riconoscere pellegrini di San Nilo? Ogni pellegrino che si rispetti deve richiedere la credenziale del cammino: un libretto, simile a un passaporto, in cui apporre i timbri di tutte le tappe percorse, dei punti di ristorazione e dei vari luoghi visitati.

Questa certificazione del Cammino svolto consentirà di ottenere inoltre degli sconti nei ristoranti e negli alloggi convenzionati con il Cammino, oltre a poter richiedere il Testimonium, una volta ultimato l’intero viaggio a Palinuro.

Come ottenere la credenziale? Si può chiederla all’infopoint del comune di Torraca oppure via email all’associazione scrivendo a info@camminibizantini.com. Per ogni domanda potete consultare il sito ufficiale dei cammini bizantini e scoprire tutti i dettagli per organizzare questo meraviglioso viaggio nella natura, nella spiritualità e nella ritmata lentezza del camminare.

Buon cammino!